Unità Pastorale San Salvaro Spiritualità on line Domus Pacis Teatro Sagra di San Luigi, dal 9 all'11 ottobre Progetto ricostruzione scuola materna di Vigo di Legnago Associazioni Circolo noi
Liturgia di oggi
 

 

Liturgia di domani
 

 

Cerca nella Bibbia
 
Cerca nella BIBBIA



 

Il Santo di oggi
 

 

Cerca un Santo
 
logo sito santi e beati

 

Avvisi

20/04/2019

Visita alle famiglie

Questa settimana il parroco inizierà la visita alle famiglie in occasione della Pasqua.


20/04/2019

Caritas

Anche in questo periodo di Pasqua possiamo portare viveri a lunga scadenza per gli ultimi che vivono accanto a noi, depositandoli nel cestone della Caritas.

Per maggiori informazioni: clicca qui

19/04/2019

Visita agli ammalati

Chi ha persone ammalate all’ospedale o in casa e gradisce la visita del sacerdote, avvisi.


19/04/2019

Sacramento della Riconciliazione

Tutti coloro che vogliono possono sempre celebrare il sacramento della Riconciliazione tutti i giorni quando c’è il parroco, in chiesa o in canonica. Sicuramente è possibile trovarlo il sabato pomeriggio.


19/04/2019

Messe per i defunti

Si ricorda che è possibile fare celebrare le sante messe per i propri defunti. Per chi lo desidera può rivolgersi in sacrestia prima o dopo le Sante Messe.




Circolo Noi di Vigo di Legnago

Da 4 a 4 Articoli su 4


28/12/2011

La famiglia educa alla preghiera

Dagli Orientamenti Pastorali della C.E.I. per gli anni 2010-2020:

"Educare alla vita buona del Vangelo", al Num.36 si parla della famiglia come come prima comunità educante.
E’ scritto infatti: "Per i Genitori, l’educazione è un dovere essenziale, perché connesso alla trasmissione della vita; dovere originale e primario rispetto al compito educativo di altri soggetti; insostituibile e inalienabile,
nel senso che non può essere delegato né surrogato.

A questo punto, ben si inserisce il messaggio del Papa nella catechesi del Mercoledì 28 Dic. antecedente la festa della Santa Famiglia di Nazaret (30 dicembre).
"Cari amici per questi diversi aspetti, che alla luce delVangelo, ho brevemente tratteggiato, la Santa Famiglia di Nazaret è icona della Chiesa domestica, chiamata a pregare insieme.
La Famiglia è Chiesa domestica e deve essere la prima scuola di preghiera. nella Famiglia i bambini, fin dalla più tenera età, possono imparare a percepire il senso di Dio, grazie all’insegnamento e all’esempio dei Genitori:
vivere in un clima segnato dalla presenza di Dio.
…. Se non si impara a pregare in famiglia, sarà poi difficile riuscire a colmare questo vuoto. E pertanto vorrei rivolgere a voi l’invito a riscoprire la bellezza della preghiera assieme come famiglia alla scuola della Santa
Famiglia di Nazaret. E così divenire un cuor solo ed un’anima sola, una vera Famiglia".

E durante l’omelia per la celebrazione del Battesimo di 16 Bambini, nella Cappella Sistina, nella Festa del Battesimo di Gesù, (8 Gennaio), il Papa, rivolgendosi anzitutto ai genitori e ai Padrini e Madrine, ha detto:
"Battezzare un figlio è la "prima scelta educativa come testimoni della fede" dei genitori e "la scelta è fondamentale".
"Il compito dei Genitori, aiutati dal Padrino e dalla Madrina, è quello di educare il figlio e la figlia. Educare è molto impegnativo, a volte è arduo per le nostre capacità umane, sempre limitate. Ma educare diventa una meravigliosa missione se la si compie in collaborazione con Dio, che è il primo vero educatore di ogni uomo".

E, ancora:
"Il vero educatore non lega le persone a sé, non è possessivo, perché vuole che il figlio impari a conoscere la verità, e stabilisca con essa un rapporto personale. L’educatore compie il suo dovere fino in fondo quando non fa mancare la sua presenza attenta e fedele; ma il suo obiettivo è che l’educando ascolti la voce della verità parlare al suo cuore e la segua in un
cammino personale. Perciò è molto importante per voi Genitori e Padrini e Madrine, credere fermamente nella presenza e nell’azione dello Spirito Santo, invocarlo e accoglierlo in voi, mediante la preghiera e i sacramenti.
E’ Lui infatti che illumina la mente, riscalda il cuore dell’educatore perché sappia trasmettere la conoscenza e l’amore di Gesù. La preghiera è la prima condizione per educare, perché pregando ci mettiamo nella disposizione
di lasciare a Dio l’iniziativa, di affidare i figli a Lui, che li conosce meglio di noi, e sa perfettamente qual è il loro vero bene. Al tempo stesso quando preghiamo ci mettiamo in ascolto delle ispirazioni di Dio per fare bene la nostra parte".